VENETO - Fidelity Tours

Vai ai contenuti

VENETO

VENETO


1° Giorno: TREVISO
 
Arrivo a Treviso: Villa Emo a Fanzolo e Treviso. Villa Emo a Fanzolo, nel cuore della provincia di Treviso, è un capolavoro rurale di Andrea Palladio stupendo esempio di villa fattoria. E’ stata costruita, con tutta probabilità, negli anni 1557 - 1560 ed affrescata tra il 1561 ed il 1565. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, proseguimento della visita di Treviso: detta anche ‘piccola Venezia’, completamente costruita sull’acqua attraversata da due fiumi: il Sile e il Botteniga, come citato da Dante nella Divina Commedia. Questi fiumi di risorgiva, quindi sempre con lo stesso livello e la stessa temperatura, hanno caratterizzato la vita degli abitanti: mulini, trasporti, attività commerciali e la produzione del famoso Radicchio Rosso di Treviso. Il percorso toccherà Ponte Dante e il Quartiere Latino, l’Isola della Pescheria, i Buranelli, Piazza Duomo e la Canoniche, la Galleria della Strada Romana, la Fontana delle Tette, il Calmaggiore e infine Piazza dei Signori con l’esterno del Palazzo dei Trecento. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno: CONEGLIANO E LA STRADA DEL PROSECCO

Prima colazione in hotel e partenza per l’escursione di intera giornata nelle colline trevigiane. Prima tappa Conegliano, dominata dal suo Castello, vi accoglie con la bella scalinata degli Alpini; il centro storico conserva splendidi palazzi rinascimentali affrescati, oltre alle mura trecentesche e al castello; visita al Duomo del XIV secolo che ospita la magnifica e celebre Pala di Cima da Conegliano. In Piazza Cima si può ammirare il neoclassico Teatro Accademia e il Loggiato della Scuola Santa Maria dei Battuti. Da Conegliano, l’escursione prosegue lungo la Strada del Prosecco, anfiteatro naturale che si apre tra Conegliano e Valdobbiadene. Nel percorso si sosta a San Pietro Di Feletto, dove meritano attenzione gli affreschi romanico-bizantini, recentemente restaurati. Sulla facciata della chiesa, un curioso Cristo della Domenica, autentica rarità, con divieto di amore coniugale, la domenica appunto. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, sosta al Molinetto della Croda, un angolo suggestivo della Marca Trevigiana, rimasto intatto: una cascata vicino ad un vecchio mulino con ruota di legno dove si può assistere alla macinatura del grano. Proseguimento lungo le verdeggianti colline del Prosecco con sosta a Villa Sandi per la visita alle cantine e brindisi finale. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° Giorno: ASOLO

Prima colazione in hotel e partenza per la visita guidata di Asolo uno dei borghi storici più belli d’Italia. Asolo, un piccolo gioiello tra le colline della Marca Trevigiana, la “città dei cento orizzonti” (Carducci) regno di Caterina Cornaro e città cara a poeti e artisti, è oggi considerata uno dei luoghi più belli al mondo, con le sue piccole piazze, scorci di rara bellezza, paesaggi naturali dal fascino romantico e con viste mozzafiato. Entro le mura raggiungiamo Piazza Maggiore chiusa sul lato dal Duomo e aperta sulla retrostante Piazza Brugnoli. Qui domina la seicentesca Villa Scotti Pasini sopra cui sovrasta la Rocca. Pranzo in ristorante. Fine dei servizi
 
Torna ai contenuti